Il blog di centro casa

Inquinamento acustico: conseguenze, problematiche e confort abitativo

da | 6 Mag 2024 | Guida all'acquisto, infissi in pvc | 0 commenti

bonus edilizi novità 2022 ecobonus superbonus sismabonus

Secondo recenti studi si evidenzia che il rumore ambientale, e in particolare quello da traffico stradale, rimane un grave problema per la salute e il benessere di milioni di persone in Europa.

Il 20% della popolazione europea è esposta a lungo termine a livelli di rumore nocivi per la salute. Vale a dire più di 100 milioni di persone.

Quali sono gli effetti specifici sulla salute?

i9ncentivi 2023 bonus casa
Qual è la portata del problema dell’inquinamento acustico rispetto a quello atmosferico, per esempio?
  L’esposizione a lungo termine al rumore può provocare una serie di effetti nocivi per la salute, tra cui irritabilità, disturbi del sonno, effetti deleteri a carico del sistema cardiovascolare e metabolico nonché compromissione delle facoltà cognitive nei bambini. Guardando ai dati attuali, l’AEA stima che il rumore ambientale contribuisca a causare 48 000 nuovi casi di cardiopatie ischemiche l’anno, oltre a 12000 decessi prematuri. Secondo le stime, 22 milioni di persone soffrirebbero di elevata irritabilità cronica e 6,5 milioni di gravi disturbi cronici del sonno; inoltre, il rumore degli aerei causerebbe una compromissione della capacità di lettura in 12500 bambini in età scolare.
Quanti decibel disturbano il sonno?

Tra 30 e 40 decibel: aumentano i movimenti del corpo, i risvegli, i disturbi del sonno, l’eccitazione.

Quanti sono 35 decibel?

Un fruscio di foglie o un silenzio notturno corrispondono a 20-35 Decibel.

Come si può ridurre il rumore?

Il rumore si propaga attraverso pareti, soffitti etc grazie a micro-vibrazioni che permettono il propagarsi del suono.

Per questo, se il contesto abitativo lo permette, è molto importante isolare acusticamente la struttura, proteggendo e rivestendo le pareti, il soffitto ed il pavimento con materiali che bloccano la propagazione del rumore, come ad esempio la lana di vetro, il cartongesso, o il sughero.

Molto importante è inoltre isolare accuratamente le finestre, perché grandi aree vetrate fungono da punti di rimbalzo per il suono. È quindi consigliabile utilizzare infissi isolanti con materiali appropriati come il PVC con un doppio o triplo vetro.

ATTENZIONE: per l’abbattimento acustico degli infissi è necessario fare richiesta specifica al rivenditore poiché è necessario installare dei vetri specifici.

Trucchi economici per ridurre il rumore

bonus mobili 2023

Tende

Una soluzione è quella di utilizzare tende pesanti, con queste infatti l’effetto di rimbalzo del suono causato dalla superficie vetrata verrà ridotto a seconda del tessuto utilizzato. Presso negozi specializzati è possibile trovare anche tende insonorizzanti, fatte di materiali progettati specificamente per bloccare il suono.

Tappeti e moquette

Un altro modo per ridurre il rumore è l’utilizzo di tappeti o moquette per coprire le superfici dure e piatte del pavimento, perché sono in grado di assorbire e attutire i suoni. Quando si scelgono i tappeti più spesso è il tessuto, maggiore è la resa dell’insonorizzazione.

Potrebbero interessarti anche: